FUIS international
Federazione Unitaria Italiana Scrittori FUIS

Il titolo di “Le 4 Giornate del Cinema di Napoli - obiettivo lavoro”

12/09/2013


La scelta del titolo della manifestazione che si tiene a Napoli dal 22 al 27 ottobre p.v. ha più motivazioni: innanzitutto la ricorrenza con l’insurrezione dei napoletani contro le truppe naziste del settembre 1943.
In secondo luogo il richiamo al film di Nanni Loy,  realizzato nel 1962 con Lea Massari protagonista, poiché è sicuramente la pellicola che riesce a coniugare sia l’avvenimento storico che la capacità del cinema di presentare al pubblico, in forma di racconto storico, avvenimenti storici.
Il terzo motivo, non meno importante degli altri, è che il film di Loy è tratto da un testo, “Napoli insorge. Le quattro giornate di Napoli” scritto da Aldo De Jaco.

Il film

Il film narra l'umile ed eroica epopea della cittadinanza napoletana che, senza capi e senza tattiche preordinate, si trova unita nel settembre del '43 a combattere una battaglia improvvisata riuscendo a liberare la città dai nazisti, prima dell'arrivo delle truppe alleate.


Regia
Nanni Loy

Soggetto
Pasquale Festa Campanile, Massimo Franciosa, Nanni Loy, Vasco Pratolini

Sceneggiatura
Carlo Bernari, Pasquale Festa Campanile, Massimo Franciosa, Nanni Loy

Produttore
Goffredo Lombardo

Casa di produzione
Titanus

Fotografia
Marcello Gatti

Montaggio
Ruggero Mastroianni

Effetti speciali
Serse Urbisaglia

Musiche
Carlo Rustichelli

Scenografia
Gianni Polidori

Interpreti e personaggi
Raffaele Barbato: Ajello

 

 

 

 

Articoli di interesse

La FUIS pubblica il Manifesto degli Scrittori italiani

EVENTO
27/06/2018

​D’Ombra e Sabbia di Mariù Safier, la presentazione alla FUIS Mercoledì 27 ...

Premio Strega 2018: i cinque finalisti

DeskTop: la call fotografica per scrittori

L'Altra Villa Adriana, alla Casa dello Scrittore FUIS la presentazione del libro

Caro Presidente Mattarella . . . le domande della FUIS

Rassegna di cinema italo-croato, al via il ciclo di incontri

La risposta della Presidenza FUIS alla dott.ssa Loredana Lipperini