FUIS international
Federazione Unitaria Italiana Scrittori FUIS

"Esca il Britanno", presentazione del libro di Margherita Cucco

Interventi critici di Paolo Carlucci e Plinio Perilli.

"Esca il Britanno", la presentazione del libro di poesie di Cristina Polli alla FUISVenerdì 24 Novembre 2017, presso la sede della FUIS, Piazza Augusto Imperatore  4 in  Roma, alle ore 17.30, si terrà la presentazione del libro di Margherita Cucco Esca il britanno, Robin edizioni (Torino, 2015)

Sarà presente l’Autrice

L'Autore
Margherita Cucco è nata a Torino nel 1954, ha alle spalle una lunga carriera come insegnante di materie letterarie nei licei. Ama i libri, la musica e i viaggi; nel 2015, appena pensionata, ha pubblicato il romanzo storico Esca il britanno, che è stato apprezzato anche come opera di narrativa scolastica  Ora, sempre con la Robin, ha pubblicato il suo secondo libro, il racconto Tilde e il violinista, in cui si cimenta con un racconto di genere poliziesco, ispirato in ugual misura dall'amore per la sua città e dalla passione di vecchia data per il grande Sherlock Holmes..

Il libro
«Forse abbiamo ucciso tutti e due delle persone con cui avremmo potuto essere amici; è tutto più semplice se si odiano tutti i Romani, come facevo io, o si disprezzano tutti i barbari, come facevi tu, ma quando si inizia a conoscersi…»
Esca è un giovane britanno, figlio di un capo della tribù dei Briganti, intelligente e sensibile, riflessivo e solitario; eccellente cacciatore e valoroso guerriero, si trova coinvolto nella guerra fra il suo popolo e i Romani, perde tragicamente tutti i suoi familiari, è catturato, venduto come schiavo, poi costretto a combattere come gladiatore, e tocca il fondo della disperazione, fino a cercare la morte. Il suo destino ha unasvolta quando Esca incontra Marco, un giovane romano che diventa il suo nuovo padrone; attraverso un lungo e tormentato percorso, schiavo e padrone diventeranno amici e poi addirittura fratelli; nel nuovo mondo, pur rimanendo sempre un britanno fedele alle sue origini, Esca otterrà la cittadinanza romana, troverà l’amore, scoprirà la cultura e il mondo dei libri, avrà modo di conoscere e aiutare il futuro imperatore Marco Aurelio ed entrerà anche in contatto con la nuova fede cristiana che si va diffondendo nell’impero.
 
I relatori

Paolo Carlucci è nato a Roma nel 1966, dove vive e lavora, docente di ruolo nei licei.  E’ stato a lungo redattore della rivista “I fiori del male”, si occupa di critica letteraria, con saggi e contributi su autori moderni e contemporanei. Sue poesie ed  interventi critici sono stati pubblicati su riviste e   siti letterari. Ha pubblicato finora tre libri di poesia: Dicono i tuoi pettini di luce. Canti di Tuscia, prefazione di Emerico Giachery (Edilet 2010);  Strade di  versi, introdotto da Eugenio Ragni (L’aura di Roma, 2011: da cui è stato realizzato un video, poi diffuso su you-tube); e la vasta silloge ll mare delle nuvole, a cura di Plinio Perilli (Tracce, Pescara, 2014). Nel 2012 ha pubblicato una plaquette di Haiku e versi brevi, con l’associazione culturale Torii di Assisi. Il suo profilo è consultabile sul sito di literary.

Plinio Perilli (Roma, 1955) ha esordito come poeta nel 1982, pubblicando un poemetto sulla rivista “Alfabeta”. La sua prima raccolta è del 1989, L’Amore visto dall’alto (finalista quell’anno al Premio Viareggio). Seguono i “racconti in versi” di Ragazze italiane (1990). Chiude una sorta di trilogia della Giovinezza con il volume Preghiere d’un laico (1994), che vince vari premi internazionali: il Montale, il Gozzano e il Gatto. È anche critico e saggista, curatore di molti classici, antichi e moderni, nonché di un’apprezzata antologia interdisciplinare, Storia dell’arte italiana in poesia (1990).
Presentati da Giuseppe Pontiggia, i Petali in luce (1998) sono un vero e proprio calendario lirico-emotivo, ma anche snodo stilistico ed epocale. Dello stesso anno un grande studio sul ’900 italiano in rapporto all’idea di Natura (Melodie della Terra. “Il sentimento cosmico nei poeti italiani del nostro secolo”). Una raccolta antologica delle sue poesie, Promises of Love (Selected Poems), è stata tradotta in inglese da Carol Lettieri e Irene Marchegiani, ed editata a New York nel 2004 presso le Gradiva Publications della Stony Brook University.
Ricordiamo anche un suo vasto, intrecciato compendio sui rapporti fra il cinema e tutte le altre arti (Costruire lo sguardo. “Storia Sinestetica del Cinema in 40 grandi registi”, 2009), per rendere finalmente omaggio a tutte le magiche sinestesìe che intrecciano e irradiano, insieme, l’ispirazione e l’immaginario.
Ultimo nato, un vasto canzoniere – quasi un romanzo in versi – sull’Amore in tutte le sue sfumature e sfaccettature, dedizioni e rivoluzioni: Gli Amanti in Volo (poesie 1998-2013), 2014.
Argomenti di interesse
Presentazioni libri Roma
Articoli di interesse

"Urbs Aeterna" di Julián Isaías Rodríguez Díaz, presentazione alla FUIS 30 ...

​D’Ombra e Sabbia di Mariù Safier, la presentazione alla FUIS Mercoledì 27 ...

L'Altra Villa Adriana, alla Casa dello Scrittore FUIS la presentazione del libro

Alla FUIS Alessandra Zenarola con il Posto più freddo del mondo

La vita sessuale degli Ittiti, alla FUIS la presentazione del libro di Mauro ...

Casa dello Scrittore, il Salotto Letterario Tevere con la raccolta poetica di ...

Alla Casa dello Scrittore della FUIS il Reading da e per Elio Pagliarani

Orgogliosi di essere italiani, alla FUIS la presentazione del libro di Pierluigi ...