FUIS international
Federazione Unitaria Italiana Scrittori FUIS

Giordano Bruno Guerri

Eventi e collaborazioni di Giordano Bruno Guerri all'interno della Federazione Unitaria Italiana Scrittori

Biografia

GIORDANO BRUNO GUERRIGiordano Bruno Guerri[1] (Monticiano, 21 dicembre 1950) è uno scrittore, giornalista e storico italiano, noto studioso del XX secolo italiano, in particolare del ventennio fascista e dei rapporti fra italiani e Chiesa cattolica. Giordano Bruno Guerri è nato a Iesa, una frazione di Monticiano in provincia di Siena, figlio di Gina Guerri e Febo Anselmi, detto Ebo, di cui assunse il cognome dopo l'introduzione del divorzio in Italia, che permise le seconde nozze con la signora Guerri, e dopo aver evitato il servizio militare quale figlio unico di madre nubile. La sua famiglia era religiosa e gli impartì un'educazione di stampo cattolico. Nel 1965, dopo i primi studi compiuti a Colle di Val d'Elsa, si trasferì con i familiari nell hinterland milanese, Ospiate di Bollate, e lì alternò gli studi a lavori saltuari. Prese parte al Sessantotto "come cane sciolto ringhiante, ma non politicizzato" e conseguì la licenza liceale nel 1969. Si iscrisse quindi alla facoltà di Lettere Moderne (indirizzo di Storia Contemporanea) alla  Cattolica di Milano, come dirà egli stesso poi, per la curiosità di voler conoscere la vita durante il regime fascista, a suo parere descritto troppo superficialmente dagli storici dell'epoca.Con l'inizio della frequenza universitaria andò a vivere da solo, lavorando come correttore di bozze, dapprima a domicilio e poi alla Garzanti, presso cui fu impiegato fino al 1980. Le sue Norme grafiche e redazionali, scritte nel 1971 per la Bompiani, sono tuttora in uso. Nel 1974 si laureò con una tesi su La figura e l'opera di Giuseppe Bottai, che fu in seguito pubblicata. Nel 1982 è stato uno dei curatori della mostra Anni Trenta. Arte e cultura in Italia, allestita negli spazi di Palazzo Reale di Milano, Arengario e Galleria del Sagrato.Nel 1985 fu nominato direttore del mensile Storia Illustrata,nel 1986 fu poi promosso direttore editoriale della Mondadori, incarico da cui si dimise nel 1988. Nel 1989 assunse la direzione del mensile Chorus, incarico che tenne fino al 1991, per trasferirsi a New York. È del 1995 il trasferimento a Roma: in quello stesso anno gli fu offerto di condurre un programma della Rai insieme con Cinzia Tani, Italia mia benché, che andò avanti per due anni, fino al 1997. Il 1º aprile 2004 assunse la direzione de L'Indipendente (in cui si fece notare per la linea, appunto, indipendente, e per aver pubblicato in prima pagina un aforisma del poeta statunitense John Giorno: «Nessun cazzo è duro come la vita»); fu sostituito nel febbraio 2005 da Gennaro Malgieri.Da anni Giordano Bruno Guerri collabora con Il Giornale come opinionista. Dal marzo 2003 al 2007 è stato presidente della Fondazione Ugo Bordoni, istituto di Alta Cultura. Ha tenuto corsi di Storia Contemporanea alla facoltà di Scienze Politiche delle Università di Salerno, di Madrid, di Ginevra, alla Columbia di New York e a Rio de Janeiro. Attualmente insegna Storia Contemporanea all'Università Guglielmo Marconi di Roma.Dal 2004 è presidente del ForumTal, che si occupa di Trattamento Automatico del Linguaggio, ovvero come insegnare alle macchine a parlare e scrivere in italiano. Dall'ottobre del 2008 è presidente della Fondazione Vittoriale degli Italiani, la casa di Gabriele D'Annunzio a Gardone Riviera, cui ha ridato slancio con nuove creazioni museali e l'acquisizione di opere d'arte contemporanea e di importanti documenti portandola da 156.000 a 230.000 visitatori.Dal 2015 è presidente della Fondazione Opera pia Carità laicale e direttore del MuSa, Museo di Salò. Nel 2016 ha fondato GardaMusei, che dirige, associazione culturale e turistica fra comuni, musei, istituzioni. Guerri ha due figli, Nicola Giordano e Pietro Tancredi, dalla moglie, Paola Veneto, avvocato internazionalista e autrice.

Attività svolte

"LIBRI DA SCOPRIRE" LATINA 2001 Evento
Articoli di interesse

Franco Clivio

Alessandro Deledda

Cristina Leone

Maria Paola Simeone

Francesco Monteleone

Tommaso Romano

Enzo Dall'ara

David Machado