FUIS international
Federazione Unitaria Italiana Scrittori

La delegazione FUIS in visita a Londra

12/05/2017

Visita della delegazione FUIS a Londra 13-16 marzo 2017
scrittura
Lunedì 13 marzo
Pranzo con Maureen Duffy
Incontro con Nicola Solomon SoA
Incontro con Carles Torner di PEN International
 
Martedì 14 marzo
Incontro con Paolo Nelli e Marco Mancassola
Incontro con Clara Caleo Green
Incontro con Jim Parker
Assemblea Generale Annuale (AGM) di IAF
In contro con Barbara Hayes
 
Mercoledì 15 marzo
Fiera del Libro di Londra:
Visita della Fiera
Primi contatti con rappresentanti di Indonesia, Georgia, Libano, Slovenia e Turchia
Incontro con Brigitte Lindner
Partecipazione all’evento sulla accessibilità
 
Giovedì 16 marzo
Visita all’Istituto Culturale Italiano ed incontro con Nicola Locatelli
Visita all’Italian Bookshop ed incontro con Ornella Tarantola
 
Sommario degli incontri

Simone Di Conza ed Ida Baucia insieme a Katie Webb hanno partecipato all’Assemblea Generale Annuale (AGM) di IAF ed alla Fiera del libro di Londra (LBF), cogliendo l’occasione per incontrare autori della comunità italiana di Londra, rappresentanti di organizzazioni ed Istituzioni italiane ed estere e personaggi di spicco.

Paolo Nelli e Marco Mancassola, due autori italiani residenti a Londra, hanno illustrato un loro interessante progetto, che stanno sviluppando di concerto con l’Istituto Italiano di Cultura, per promuovere gli scrittori italiani che vivono a Londra. Si tratterebbe di un Festival che potrebbe avere luogo verso la fine del prossimo anno. La FUIS potrebbe avere un ruolo attivo nell’organizzazione di questo evento.

Anche l’incontro con Nicola Locatelli, attaché dell’Istituto Italiano di Cultura, è stato fruttuoso. L’Istituto che si trova in un edificio al centro di Londra ospita mostre, eventi, corsi di lingua italiana, una biblioteca e rappresenta polo di aggregazione e di diffusione della cultura italiana. Sono state poste le basi per una possibile futura collaborazione.

L’Italian Bookshop (ora European Bookshop) di Londra assicura una scelta di libri italiani ed ospita nei propri locali eventi e presentazioni di libri di autori italiani, contribuendo a diffondere la cultura italiana nel Regno Unito. Ornella Tarantola, direttore del Bookshop, è stata molto ospitale ed interessata ad eventuali forme di collaborazione con particolare riferimento alle eventuali presentazioni di libri di autori italiani.

Clara Caleo Green fornisce analoghi servigi per quanto riguarda il cinema italiano attraverso Cinema Italia UK, ospitato da BAFTA. Si è parlato in particolare del suo lavoro di portare i film italiani a Londra che altrimenti non sarebbero visti in questa città. E’ una persona che è molto apprezzata a Londra e che si avvale di molte conoscenze in ambito culturale e non solo cinematografico.

Oltre all’Istituto Italiano di Cultura, anche l’Italian Bookshop e Cinema Italia UK sono coinvolti nel citato progetto di Festival della cultura italiana.
Interessante anche l’incontro con Carles Torner di PEN International, organizzazione sempre attenta alla situazione dei giornalisti e degli scrittori minacciati o perseguitati per le loro idee. Ha fornito utile contatto con PEN Italia per eventuali campagne di sensibilizzazione ai problemi degli autori nel mondo.

La delegazione FUIS ha avuto l’onore di incontrare Maureen Duffy, la scrittrice inglese che, durante tutta la sua vita, ha lottato strenuamente a favore dei diritti degli autori. Tra le sue battaglie, quella per l’introduzione del diritto di prestito in UK e la creazione della Società di collecting inglese ALCS. E’ stata presidente dell’European Writers Council (EWC), ha contribuito al trasferimento della sede da Monaco a Buxelles e ha influenzato fortemente la costituzione dell’International Authors Forum (IAF).

Per non sottovalutare l’importanza degli autori inglesi, è stata fatta visita alla Society of Authors, presso la sua sede di South Kensington. Nicola Solomon, direttore generale, ha relazionato sul lavoro della Società. Sono emerse varie aree in cui FUIS e la Società potrebbero collaborare, attraverso scambio di informazioni, mutua attività di promozione a favore degli autori come premi per la traduzione, assistenza reciproca. Si spera di poter sottoscrivere un memorandum d’intesa. Questo collegamento è avvenuto grazie a IAF di cui sia FUIS che la Society of Authors sono membri.  IAF è stata costituita per far sentire la voce degli autori in tutto il mondo e per incoraggiare gli autori dei diversi paesi a condividere informazioni e attività.

Nell’ambito dell’Assemblea Generale di IAF, si è avuto occasione di incontrare un gruppo di organizzazioni di autori di paesi diversi – tutti membri IAF – quali India, Danimarca, Finlandia e Canada. IAF ha relazionato sull’ attività svolta durante l’anno passato, ha presentato i nuovi membri e ha illustrato i progetti futuri. I nuovi membri sono organizzazioni provenienti dalla Nigeria, Norvegia, India e Finlandia.                                     
                                                
IAF continua a partecipare agli incontri del Copyright Committee presso WIPO a Ginevra, dove rappresenta il punto di vista dei suoi membri sui trattati internazionali sul copyright e fa rete con i rappresentanti governativi di molte nazioni. IAF sta ancora promuovendo i 10 Principi sui buoni contratti per gli autori, che sono stati tradotti in quattro lingue incluso l’italiano.

Tuttavia, l’annuncio più interessante dell’incontro per la FUIS è stato che la FUIS ha accettato di ospitare il prossimo AGM di IAF a Roma, che avrà luogo nel primo quarto del 2018.

Durante la permanenza presso gli uffici di IAF, la Delegazione FUIS ha incontrato Jim Parker, coordinatore del PLR International, che si spera accetterà l’invito di FUIS al Salone di Torino di maggio per parlare del diritto di prestito.

Alla Fiera del libro si è potuto parlare con le delegazioni di Indonesia, Georgia, Libano, Turchia e Slovenia, ponendo le basi per ulteriori contatti con gli autori di questi paesi.  

Altro incontro ha riguardato Brigitte Lindner, un avvocato esperto di copyright europeo, che fa parte del Committee di BLACA, il ramo britannico dell’organizzazione francese ALAI (Association Littéraire et Artistique Internationale) fondata a Parigi nel 1878 da Victor Hugo. Brigitte Lindner è anche uno dei membri fondatori di ADALPI (International Society for the Development of Intellectual Property), un gruppo internazionale di esperti che mira a sostenere la proprietà intellettuale nei paesi in cui non ci sono ancora sistemi stabili. Infine, si è potuto partecipare ad una tavola rotonda tenuta congiuntamente da UNICEF, il Consorzio dei Libri Accessibili (Accessible Books Consortium), l’Associazione Internazionale degli Editori (International Publishers Association)  e WIPO (World Intellectual Property Organisation): “Libri di testo per tutti: la promessa dei libri digitali per studenti con disabilità”. Questo evento riguardava il materiale educativo digitale che dovrebbe essere accessibile alle persone che sono cieche o hanno disabilità relativamente all’uso della carta stampata. Lo scopo è che i libri di testo possano essere usati da bambini con diverse disabilità e che nessun bambino sia escluso dall’apprendimento. Con ciò allacciandosi  al Trattato di Marrakesh, il trattato internazionale concluso nel 2013 per meglio facilitare l’accesso alle opere pubblicate da parte di ciechi o persone che non possono utilizzare i formati stampati.                            
 
Articoli di interesse

DIARIO IN CORONA VIRUS 12° ANTOLOGIA

DIARIO IN CORONA VIRUS 11° ANTOLOGIA

DIARIO IN CORONA VIRUS 10° ANTOLOGIA

DIARIO IN CORONA VIRUS 9° ANTOLOGIA

DIARIO IN CORONA VIRUS 8° ANTOLOGIA

DIARIO IN CORONA VIRUS 7° ANTOLOGIA

DIARIO IN CORONA VIRUS 6° ANTOLOGIA

DIARIO IN CORONAVIRUS 5° ANTOLOGIA