FUIS international
Federazione Unitaria Italiana Scrittori FUIS

Partenze, Maggie Van Der Toorn porta alla FUIS il suo libro

18/02/2016

Alla FUIS l'Autrice parla di “Schegge di viaggio. Donne, labirinti e partenze”

partenzeAvrà luogo mercoledì 9 Marzo alle ore 17.30 presso la sede della FUIS (Piazza Augusto Imperatore, 4) la presentazione del libro Partenze (ed. EDU, 2015), di Maggie Van Der Toorn .

All’incontro sarà presente Giovanni Garufi Bozza. Inoltre, durante la presentazione è previsto un intermezzo musicale che vedrà la partecipazione di Pavla Mikulasova.

La partecipazione è libera e gratuita. volantino partenze

L’AUTORE

L’autrice è nata in Olanda ma risiede a Rimini dal 1980. Ha pubblicato il suo primo libro, intitolato "Labirinti" (L’Erudita), nel 2014. È inoltre autrice di diversi racconti in antologie, tra cui: "Un'altra Rimini", per la raccolta "In giro per l’Italia in Vespa" (Perrone Editore).
Vincitrice di diversi premi letterari: "Premio Orlando" 2013 (primo premio inediti), "Vinceremo le malattie gravi" 2013 (terza classificata inediti), "Premio Il Molinello" 2015 (diploma d’onore) con il racconto "Il ritorno", oggi inserito in “Partenze".




IL LIBRO

Quelli di “Partenze” sono racconti di transito, in un binario, in sala d’attesa, in un treno.
Treno di vita che simbolicamente li raccoglie tutti, ogni racconto si apre con l’attesa, sviluppandosi poi in un vero transito nell’interiorità. Così si trovano Antonio, la mamma di Francesca, Giacomo, e la cantante, Nimeha, la senzatetto e il gatto, spettatori di vite altrui, osservando situazioni esterne per distogliere la mente da quei macigni enormi che portano nel petto. Chi caduto nella voragine del gioco d’azzardo, chi testimone di sconvolgenti delitti, chi si scontra con i propri limiti, è poi costretto a presentare il conto, ad accettare quel verdetto.
Viaggiatori, quindi osservatori delle solite dinamiche con cui ci si scontra: una bimba che fa i capricci, i telefoni cellulari che squillano, la signora con il cane, costituiscono un dolce riparo che allontana il pensiero vagando qua e là su dettagli rappresentativi, preamboli di personalità. L’attesa si trasforma in un espediente di rianalisi della memoria, ripercorrendo le tappe già percorse per avere una visione d’insieme in un gioco di passaggi.
Sezioni correlate


Articoli di interesse

"Contro il vento contro il tempo" di Danilo Micheli, venerdì 12 aprile

Presentazione de "Il Preside che camminava sui rami di pino e I Racconti della ...

"I Canti Del Pilota" di Francesca Lo Bue, venerdì 22 marzo

"Então Tá" di Tommaso Squillace, la presentazione alla FUIS Martedì 4 ...

"Ritorno in Egitto" di Giovanna Mozzillo, giovedì 15 novembre

"Poesie Minime" di Marcello Vitale, la presentazione alla FUIS Martedì 6 ...

"Urbs Aeterna" di Julián Isaías Rodríguez Díaz, presentazione alla FUIS 30 ...

​D’Ombra e Sabbia di Mariù Safier, la presentazione alla FUIS Mercoledì 27 ...